Scritte piccole

Ricordo questo aneddoto che risale ad almeno 15 anni fa. Un’amica fotografa mi fece vedere alcune fotografie che aveva stampato, erano davvero belle! Oltre alla bellezza delle fotografie della mia amica, ho anche un altro ricordo vivido di quel giorno. Mi colpì la sua risposta alla domanda che gli fece un nostro amico in comune: «perché il titolo delle foto è scritto così piccolo al punto da far avvicinare chi lo vuole leggere? Non è meglio scriverlo a caratteri più grandi?»

La mia amica non dava l’impressione di essere molto interessata alla grandezza dei caratteri del titolo che accompagnavano le foto. Forse era più interessata alle foto, ma fu geniale la sua risposta! Ripensandoci dopo un bel po’ di tempo, forse più che una risposta era una “soluzione” improvvisata in quel momento. La sua risposta fu:

“Sono piccoli, così chi vorrà leggerli si avvicinerà ad essi e sarò certa che li avranno letti.”

Immagini piccole

Una risposta che mi sembrò geniale e nel contempo mi fece riflettere. Oggi, dopo quasi 15 anni, uso questo aneddoto per condividere le mie ultime riflessioni che sto comunicando attraverso questi nuovi lavori. Basta scendere in città per vedere quanto corriamo, quanto andiamo veloci e sembra di non aver tempo per fermarci davanti a ciò che abbiamo davanti ai nostri occhi. Spesso per quanto siamo veloci non abbiamo neanche il tempo per fermarci e apprezzare un paesaggio, magari il mare davanti casa, quella strada caratteristica del quartiere o quel monumento antico che ti ritrovi ogni giorno sulla strada per andare a lavoro. Diamo sempre sguardi fugaci e ci accontentiamo di questi.

La serie “Fermati!”

Questa è una serie tra disegno e foto che in qualche modo dicano a chi li guarda: «Fermati!» ed il solo modo era quello produrre delle immagini piccole. Volendo usare ancora l’aneddoto, come i caratteri piccoli fecero fermare chi cercava di leggere i titoli delle foto così la serie “Fermati!” si pone questo obiettivo: far fermare l’osservatore frenetico.

La serie “Fermati!” sono delle immagini eseguite con tecniche artistiche diverse. “Fermati” è una serie di piccole immagini su una superficie molto più ampia, la quale è parte integrante della composizione del quadro. Questa superficie più ampia funge da guida all’osservatore invitandolo a fermarsi e a guardare l’immagine rappresentata.

Non puoi guardare questi quadri senza fermarti.

Se hai qualche idea o concetto simile, sentiti libero di scrivere nei commenti le tue idee!

Condividi questo articolo!

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter